FANDOM


Il Palazzo della Principessa del Serpente (蛇の姫館 - Hebihime no Yakata 'lett. "dimora della principessa del serpente") è la residenza della Principessa del Serpente e delle sue ancelle, situata lungo i meandri della Via del Serpente.

Panoramica

Palazzo Principessa del Serpente - ingresso-0

L'ingresso che conduce al palazzo della Principessa del Serpente

La villa della Principessa del Serpente appare nell'episodio filler "Il robot" quando Son Goku si ferma qui durante il tragitto per recarsi da Re Kaioh; e la Principessa del Serpente tenta di rapirlo e impedirgli di raggiungere la fine del Serpentone dove si trova il Pianeta di Re Kaioh. Si dice che il Re Enma sia stata l'unica persona che sia riuscita a fuggire da questo palazzo, a parte Son Goku. Il palazzo viene raffigurato come una lussuosa dimora in stile cinese.

Sembra che in realtà la villa sia solamente un'illusione, mentre Goku vi entra attraverso una gigantesca testa di serpente, e si scopre che in realtà l'interno del palazzo non sono altro che le viscere della Principessa del Serpente, una volta che Goku dimostra di non essere intenzionato a rimanere, facendo infuriare la principessa e rivelare il suo vero aspetto di serpente. È possibile che il motivo per cui la Principessa del Serpente e le sue ancelle vogliano trattenere Goku nel palazzo sia per assicurarsi che il Saiyan venga digerito.

Apparizioni nei videogiochi

Attack of the Saiyans - palazzo Principessa del Serpente

Il palazzo della Principessa del Serpente in Attack of the Saiyans

Il Palazzo della Principessa del Serpente è un'area dell'aldilà nei videogiochi Dragon Ball Z: Harukanaru Densetsu e Dragon Ball Z: Attack of the Saiyans. I nemici che si incontrano qui in Attack of the Sayan sono Serpente Padronale, Pattuglia Fantasma, Ancelle della Principessa, Guardie della Principessa, e il capo è la Principessa del Serpente nelle sue forme di Princess e di Serpente.

In Dragon Ball Z: Kyōshū! Saiyan, il palazzo è un luogo in cui il Dragon Team può riposare per recuperare le forze.

Galleria

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.