FANDOM


Entra in scena il drago[1], o L'apparizione del drago[2] (ついにドラゴンあらわる!, Tsui ni Doragon Arawaru!) è il diciannovesimo capitolo del manga di Dragon Ball.

Commento di Akira

Toriyama comment

Sono troppo avaro per pagare il barbiere, quindi mi sono fatto tagliare i capelli da mia moglie e sono orribili! Il tempo è fantastico, ma non posso uscire così!

散髪代をけちって奥さんに刈ってもらったら、とんでもない頭に!陽気がいいのに外に出れない!

Trama

Goku e i suoi compagni sono rinchiusi all'interno del castello di Pilaf, che cerca di rubare loro la sfera del drago che tengono e che a lui manca. Quindi proietta loro tramite un monitor un messaggio per avere da loro la sfera mancante.

Bulma si rifiuta di consegnargliela, e di conseguenza viene catturata da un macchinario e portata al cospetto di Pilaf. Ancora una volta nega di dargli la sfera, e lui si appresta a "torturarla", quando manda lei un singolo bacio.

Tuttavia su di lei non ha effetto, e viene riportata nella gabbia. I tre ricorrono ad addormentare i prigionieri per ispezionarli, e trovano la sfera. Mentre hanno raccolto tutte le sfere, Goku è riuscito a creare in una parete un varco, da cui Oolong e Pual, trasformati in pipistrelli, riescono ad evadere. Nel frattempo, Pilaf è riuscito ad evocare Shenron.

Apparizioni

Personaggi

Luoghi

Oggetti

Tecniche

Navigazione del sito


Riferimenti

  1. Dragon Ball Evergreen Edition, vol. 2
  2. Dragon Ball (prima edizione italiana), vol. 3
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.