FANDOM


Il segno del risveglio di Son Goku (孫悟空そんごくう覚醒かくせいの"きざし”, Son Gokū kakusei no "kizashi") è il trentanovesimo capitolo del manga di Dragon Ball Super.

Trama

Mancano quindici minuti alla fine del Torneo del Potere. Rimangono Kafla (per l'Universo 6), Gohan, Goku, n°17, Freezer, Vegeta, Muten (per l'Universo 7), Toppo, Dyspo, Kahseral e Jiren (per l'Universo 11). Kafla si scontra con Gohan e sembra in svantaggio. La guerriera della fusione chiede al giovane Saiyan se non abbia bisogno di diventare Super Saiyan, sempre che ci sappia arrivare. Gohan contrattacca spiegando che ha scelto di migliorarsi come umano e non Saiyan. Dopo aver visto che suo figlio può controllare la battaglia, Goku riprende a combattere con Jiren.

Nel frattempo, Vegeta e Toppo continuano a scontrarsi senza esclusione di colpi. Toppo non può permettersi di perdere contro un essere inferiore, essendo lui una potenziale divinità. Poco più lontano, Androide 17 si congratula con Muten per aver resistito così a lungo. I due si affiancano per affrontare Kahseral e Dyspo, che loro considerano essere i più deboli rimasti in gara. Freezer approfitta delle battaglie che si stanno consumando per recuperare energia. Beerus prima si arrabbia con lui per il suo comportamento, poi Whis gli fa notare che Freezer fa bene a riposare, essendo nell'interesse della squadra che tutti siano al massimo delle forze. Poi, Beerus si ricorda di prendersela con il fratello dato che ha scelto di utilizzare i Potara. Champa non replica.

Il combattimento tra Gohan e Kafla e giunto ad una conclusione: entrambi sono sfiniti. Kafla si rende conto di aver perso e che non c'è paragone tra loro e i Saiyan del Settimo Universo. Nel frattempo, Champa capisce che è giunta la fine e ringrazia Vados, per tutto ciò che ha fatto. Kafla e Gohan si sferrano un ultimo attacco, cadendo entrambi dal ring. Champa si congratula con le due ragazze e fino all'ultimo è ostile con Beerus, affermando di non aver perso contro di lui. L'Universo 6 viene eliminato.

Goku crea una nuvola di fumo attorno a Jiren e ne approfitta per tentare di colpirlo. Fallisce di nuovo. Jiren reputa che quello scontro sia giunto ad una fine, visto che Goku continua a ripetere le stesse mosse. Il Saiyan non può crederci: pensa che ci sia ancora un altro limite da superare. Vuole avere più forza, per quanto possa danneggiare il suo corpo. Nonostante, la rabbia non supera il limite di cui ha bisogno. Whis inizia a pensare che il muro da superare sia troppo alto. Nel frattempo, Muten è riuscito a battere Kahseral, visto che quest'ultimo si affidava troppo al suo rilevatore di livelli.

Muten nota Goku in difficoltà e cerca di aiutarlo. Gli chiede cosa significhi forza per lui. Goku pensa di aver bisogno di più potenza. Muten lo smentisce chiedendogli se quello glielo abbiano insegnato Vegeta o Freezer. Il vecchio maestro gli spiega che non si padroneggiano le arti marziali per vincere le lotte, ma per conquistare se stessi. Gli fa ricordare gli insegnamenti dei suoi precedenti maestri: evitare movimenti superflui, essere calmo ma veloce, allenare anche il suo spirito e non permettere alla mente di controllare i movimenti, ma di far sì che ogni parte del corpo decida da sola. Muten gli impartisce, allora, un'ultima lezione: come muoversi bene. L'eremita scatta verso Jiren e riesce ad evitare i suoi colpi, uno dopo l'altro, fino ad un certo punto. Beerus chiede a Whis se quella sia la tecnica che lui crede. L'angelo risponde che si assomiglia, ma è ancora lontano dall'esserlo. Muten tenta un ultimo attacco, dopo aver detto al suo allievo di cercare la risposta che cerca nel suo cuore. Jiren stavolta è pronto e con un solo colpo devia e fa cadere l'anziano dall'arena.

Whis che l'eremita abbia lasciato qualcosa dietro di sé, invitando Beerus ad osservare Goku. Jiren giudica il Saiyan un inesperto, in quanto il suo maestro aveva ancora qualcosa da insegnarli. Pensa che lui non potrà mai perfezionarsi. Goku risponde che non vuole perfezionarsi, significherebbe fermarsi, invece, lui punta sempre più in alto. Jiren spinge via Goku con il suo ki. Il Saiyan continua dicendo, nonostante le ferite, che era il peggior apprendista che ci fosse ma è stato grazie a Muten che è diventato più forte. Ancora adesso, lui è Son Goku della Scuola della Tartaruga. Evita all'ultimo il colpo del Grigio. Goku sembra aver padroneggiato una nuova tecnica. Whis spiega che si tratta dell'Ultra Istinto, la tecnica che recide i legami tra mente e corpo. I due guerrieri caricano l'uno contro l'altro, pronti a sistemare le cose. Ad un tratto, Goku perde la forma e viene colpito in pieno volto dal pugno di Jiren. Whis, allora, afferma che quello non era il vero Ultra Istinto e che Goku dovrà ancora sforzarsi. Jiren fa sapere all'avversario che un uomo con così poca determinazione non potrà mai batterlo.

Apparizioni

Personaggi principali

  • Son Gohan
  • Kefla
  • Son Goku
  • Maestro Muten
  • Jiren
  • Beerus
  • Whis

Luoghi

Trasformazioni

Battaglie

  • Son Gohan vs. Kefla (Super Saiyan)
  • Son Goku (base, Super Saiyan Blue Perfezionato/Super Saiyan) vs. Jiren
  • Vegeta (Super Saiyan Blue Perfezionato) vs. Toppo (base, Aura di Divinità)
  • Androide 17, Maestro Muten vs. Kahseral, Dyspo
  • Maestro Muten vs. Jiren

Contenuto extra

Nella sua edizione raccolta in tankōbon, questo capitolo possiede come contenuto extra una rappresentazione del Team del Quarto Universo.

Universo 4 Volume 8 Toyotaro

Navigazione


*Nota: Alcuni dei link qui sopra sono link affiliati, ciò significa che, senza costi aggiuntivi, Fandom riceverà una commissione nel caso tu decidessi di cliccare e fare un acquisto. I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.

Alcuni dei link qui sono link affiliati, ciò significa che, senza costi aggiuntivi, Fandom riceverà una commissione nel caso tu decidessi di cliccare e fare un acquisto.

Stream the best stories.

Alcuni dei link qui sono link affiliati, ciò significa che, senza costi aggiuntivi, Fandom riceverà una commissione nel caso tu decidessi di cliccare e fare un acquisto.

Get Disney+